Nuovo piano cave e relativa Valutazione Ambientale Strategica (VAS)

L’ultima proposta di Piano Cave della Provincia di Como per il settore merceologico “sabbia, ghiaia e pietrisco”, ai sensi dell’articolo 7 della L.R. 14/1998, è stata adottata con deliberazioni del Consiglio Provinciale n. 2 del 24 gennaio 2011 e n. 3 del 25 gennaio 2011. La durata temporale del Piano era prevista in 5 anni. La Regione Lombardia ha poi proceduto ad approvare definitivamente il Piano Cave di Como con Deliberazione di Consiglio Regionale 28 ottobre 2014 n. X/499, pubblicata sul BURL – Serie Ordinaria 17 novembre 2014. Il Piano Cave è pertanto scaduto nel novembre 2019 ed attualmente si è nel regime transitorio previsto dalla nuova normativa regionale L.R. 20/2021, che prevede all’art. 28 comma 3 la riacquisizione dell’efficacia per i Piani la cui approvazione sia avvenuta successivamente alla entrata in vigore della normativa attuativa della direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 giugno del 2001, n.2001/42/ CE (Direttiva VAS).
Tale Piano Cave prevede al suo interno la presenza di tre soli ambiti estrattivi: ATEg1 – Cucciago; ATEg2 – Villa Guardia (per il quale sono subentrate limitazioni di fasce di rispetto idraulico e stradale che di fatto hanno annullato la potenzialità di scavo); ATEg13 – Bulgarograsso; infatti la Regione, nell’ambito della propria istruttoria, ha operato lo stralcio dalla proposta di Piano delle cave già esistenti ed attive sul territorio (circa una decina), ritenendo che le stesse non siano state correttamente assoggettate ad una VAS approfondita. Per tali cave, a seguito di approfondimenti legali sfociati in un parere dell’avvocatura interna, il Settore ha comunque proceduto a rilasciare proroghe su istanza di parte, tese ad impedire che una cava si trovasse improvvisamente bloccata senza parte del recupero, lasciando sul territorio situazioni di degrado alle quali avrebbero dovuto supplire i Comuni.
Il settore merceologico “pietre ornamentali” è invece regolato dal precedente Piano Cave, approvato con Deliberazione del Consiglio Regionale 25 febbraio 2003 n. 7/728, che prevede, solo per questo specifico settore merceologico, una durata di vent’anni e, di conseguenza, una scadenza all’aprile 2023.
È emersa pertanto l’esigenza di dotare la Provincia di un nuovo Piano Cave, il cui procedimento di redazione e adozione sarà espletato ancora secondo la L.R. 14/1998, nelle more dell’approvazione da parte di Regione Lombardia delle modalità e delle disposizioni tecnico-amministrative da osservare per la predisposizione dei PAE, secondo quanto previsto dall’art. 28 comma 5 della L.R. 20/2021.
Il nuovo Piano Cave è predisposto in conformità delle Linee Guida approvate con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 19 del 28 luglio 2020; tutta la documentazione relativa al procedimento di formazione e di adozione e alla relativa procedura di Valutazione Ambientale Strategica, avviata con Deliberazione del Presidente n. 80 del 24 settembre 2020, è disponibile per il download.

A seguito di avviso di avvio del procedimento di redazione degli atti del nuovo piano delle attività estrattive di cava sono pervenuti i contributi e le proposte disponibili per il download nel riquadro sottostante. 

 

Il Presidente della Provincia di Como con propria delibera n. 143 del 11/10/2022 ha preso atto della Proposta di Piano elaborata dagli uffici (Relazione Tecnica, Studio per la determinazione dei fabbisogni, Normativa Tecnica e relativi Allegati A, B e D) e dei correlati documenti per la valutazione ambientale strategica (Rapporto Ambientale, Sintesi non Tecnica e Studio per la Valutazione d’Incidenza Comunitaria)

La documentazione di cui sopra viene depositata e messa a disposizione in data 13.10.2022  nei modi e nei termini indicati nel relativo avviso

In particolare si rammenta che:

  • ai sensi dell’art. 7, comma 3, della L.R. n. 14/1998, i soggetti interessati a qualsiasi titolo possono presentare osservazioni alla proposta del nuovo Piano Provinciale delle Attività Estrattive di Cava fino all’12 dicembre 2022.

  • ai sensi dell’art. 14, comma 2, del D. Lgs. n. 152/2006 e s.m.i., chiunque può presentare le proprie osservazioni (anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi) alla proposta del nuovo Piano Provinciale delle Attività Estrattive di Cava e del relativo Rapporto Ambientale, a decorrere dalla data di deposito e messa a disposizione del presente avviso, fino al 27 novembre 2022.

Tutte le osservazioni dovranno pervenire in forma scritta ed in formato elettronico all’indirizzo istituzionale di posta elettronica certificata protocollo.elettronico@pec.provincia.como.it  o, in assenza di pec, ai sopraindicati indirizzi di posta elettronica: davide.semplici@provincia.como.it ; daniele.bianchi@provincia.como.it ; paola.bassoli@provincia.como.it  specificando in oggetto: “PROVINCIA DI COMO. PROCEDIMENTO DI VAS (INTEGRATA CON LA VIC) DEL nuovo PIANO DELLE ATTIVITA' ESTRATTIVE DI CAVA AI SENSI DELLA L.R. N. 14/1998”.

Documenti

Ultimo aggiornamento:
12/01/2023, 12:30