Registro dei Recuperatori

Rifiuti - Procedure semplificate ai sensi degli artt. 214 e 216 D.lgs 152/06 e s.m.i.

 

Come previsto dagli articoli 214 e 216 del D.lgs. 152/06 e successive modifiche ed integrazioni la Provincia iscrive in un proprio registro le imprese che effettuano la comunicazione di esercizio attività di recupero di rifiuti.

A condizione che siano rispettate le norme tecniche e le prescrizioni di cui all'art. 214, commi 1, 2 e 3, le attività di smaltimento di rifiuti non pericolosi effettuate nel luogo di produzione dei rifiuti stessi, possono essere intraprese decorsi 90 giorni dalla comunicazione di esercizio attività.

Le imprese che intendono effettuare l'attività di recupero rifiuti in procedura semplificata e che necessitano di acquisire contestualmente i titoli abilitativi per lo scarico delle acque e/o per le emissioni in atmosfera dovranno dotarsi di Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.).

 

DIRITTI DI ISCRIZONE

Diritti di iscrizione al registro Provinciale dei recuperatori in base al D.M. 21/07/1998 n. 350

  •     Classe 1: superiore o uguale a 200.000 tonn/anno  774,69 euro
  •     Classe 2: fra 60.000 e 200.000 tonn/anno              490,63 euro
  •     Classe 3: fra 15.000 e 60.000 tonn/anno                387,34 euro
  •     Classe 4: fra   6.000 e 15.000 tonn/anno                 258,23 euro
  •     Classe 5: fra   3.000 e 6.000 tonn/anno                   103,29 euro
  •     Classe 6: inferiore a    3.000 tonn/anno                    51,65 euro

Il primo versamento dovrà essere effettuato entro il giorno di presentazione della richiesta di iscrizione tramite

Bonifico sul conto della banca CREDIT AGRICOLE ITALIA S.p.A.

via Pietro Boldoni, 1 - 22100 COMO

Codice IBAN: IT 54 X 06230 10920 000047812849  

Il codice Swift per i pagamenti dall'estero è CRPPIT2PXXX

a favore dell'Amministrazione Provinciale di Como Settore Ecologia e Ambiente - Servizio Tesoreria, via Borgo Vico 148 - 22100 COMO

con causale "Diritto di iscrizione annuale per attività di recupero rifiuti - classe ...", indicando altresì: denominazione, sede legale e p.IVA o C.F. del richiedente.

Copia dell'attestazione del primo versamento dovrà essere allegata alla presentazione della comunicazione.

Per gli anni successivi il versamento dovrà essere effettuato entro e non oltre il 30 aprile di ciascun anno.

Ove la ditta non dovesse provvedere al suddetto versamento, nei termini stabiliti, l'iscrizione nel registro sarà sospesa con contestuale impossibilità alla prosecuzione delle attività di recupero.
 

Ultimo aggiornamento:
23/09/2022, 09:00