Parchi Locali di Interesse Sovracomunale (PLIS)

Servizio rivolto a:
Enti locali, imprese e cittadini

Informazioni generali

I Parchi Locali d'Interesse Sovracomunale (PLIS), introdotti dalla L.R. n. 86 del 30 novembre 1983, vengono istituiti dai Comuni e riconosciuti dalla Provincia, la quale ne definisce anche le modalità di gestione e pianificazione.
Essi si inquadrano generalmente quali elementi di connessione e integrazione tra il sistema del verde urbano e quello delle aree protette di interesse regionale oppure quali aree montane di riconosciuto valore ambientale; tali istituti esprimono pertanto, in linea di massima, un vincolo paesaggistico-ambientale di carattere locale, che esiste in quanto espressione, nella pianificazione urbanistica, di un’esplicita volontà delle amministrazioni competenti.
Le finalità di costituzione dei PLIS sono molteplici: conservare la biodiversità, favorire un utilizzo sostenibile del territorio di tipo ricreativo, salvaguardare il comparto agricolo-forestale e gli elementi del paesaggio tradizionale, evitare che il continuo consumo di suolo impoverisca in modo irreparabile il paesaggio, uniformare le scelte pianificatorie di Comuni contigui, regolare la crescita insediativa, porre in essere azioni di controllo del territorio.
Rispetto ai parchi regionali, i PLIS sono generalmente caratterizzati da una maggiore “snellezza” in termini gestionali, con la possibilità di intervenire più rapidamente nell’attuare le strategie di gestione.
L’obiettivo della “fruizione sostenibile” è una delle prerogative dei PLIS, da conseguirsi anche attraverso percorsi di educazione ambientale, che partendo dal comparto scolastico giungano a coinvolgere l'intera comunità locale e sovracomunale.

Adempimenti

I Comuni:

  • avviano l’iniziativa di istituire, mantenere e gestire i PLIS;
  • definiscono gli obiettivi di tutela, valorizzazione e riequilibrio territoriale;
  • definiscono i perimetri delle aree destinate a PLIS all’interno dei P.G.T.;
  • ne definiscono la forma di gestione (consorzio, convenzione ecc.).

L’individuazione dell'area deve essere prevista dai P.G.T. o loro varianti, che perimetrino la medesima quale "Parco locale di interesse sovracomunale ai sensi dell'articolo 34 della L. R. 86/83".
Gli enti locali interessati si coordinano pertanto al fine di definire:

  • il perimetro del PLIS;
  • una normativa comune di salvaguardia.

Al fine di una verifica preliminare di carattere tecnico e procedurale è necessario che gli enti locali, prima di avviare il processo istitutivo di un nuovo PLIS o l’ampliamento di un PLIS esistente, prendano contatti col Servizio Pianificazione e tutela del territorio, della Provincia.
La Provincia, valutata la documentazione presentata e verificata la coerenza del progetto istitutivo con quanto prescritto dall'art. 10 dei criteri di cui alla D.G.R. n. 6148/2007, procede al riconoscimento del PLIS.

DP n. 30 dell’1/03/2022 “Riconoscimento del nuovo perimetro del Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) ‘Sorgenti del Torrente Lura’

Il referente

Esperto direttivo tecnico
Daniele Bianchi
031/230290
Email: daniele.bianchi@provincia.como.it

Orari di servizio degli uffici

Si consiglia di fissare preventivamente gli appuntamenti.
Lunedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,00
Martedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,00
Mercoledì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,00
Giovedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,00
Venerdì dalle 9,00 alle 12,30

Personale addetto

Esperto direttivo tecnico
Marco Cantini
031/230456
Email: marco.cantini@provincia.como.it
Esperto direttivo tecnico
Silvia Mazzella
031/230204
Email: silvia.mazzella@provincia.como.it
Specialista direttivo tecnico
Adriana Paolillo
031/230485
Email: adriana.paolillo@provincia.como.it
Assistente ai servizi amministrativi
Eliana Coduri
031/230282
Email: eliana.coduri@provincia.como.it

Ultimo aggiornamento:
02/03/2022, 12:32