Vigilanza Ambientale

Nucleo Operativo Vigilanza Ambientale

Gli operatori del nucleo condividono con tutto il Corpo la comune vocazione per la difesa del territorio e dell'ambiente, rivestono qualifiche di polizia amministrativa e giudiziaria e svolgono prioritariamente funzioni di controllo, vigilanza, rilevamento, assistenza, coordinamento in materia di  Polizia Ambientale ai sensi del Dlgs. 152/2006 e delle leggi regionali in materia.
Ciò significa che d’iniziativa o su richiesta motivata o su delega dell’Autorità Giudiziaria avviano attività d’indagine esercitando:

  • funzioni di vigilanza, controllo in materia di gestione dei rifiuti, scarichi idrici e tutela delle acque, di polizia idraulica, derivazioni e captazioni di acque pubbliche;
  • funzioni di vigilanza e controllo a supporto del CONAI sulle violazioni in materia di iscrizione dei soggetti produttori ed utilizzatori di imballaggi
  • funzioni sanzionatorie per illeciti amministrativi nelle materie: gestione lecita o illecita dei rifiuti, controllo A.U.A., scarichi idrici,  prelievo - derivazioni - captazioni di acque pubbliche, geotermia, acque minerali, tutela del suolo dall'inquinamento,  obblighi di iscrizione ai registri ambientali (Registro pile e batterie, CONAI, RAEE, POLIECO), inquinamento acustico, tutela della flora; 
  • attività di Polizia Giudiziaria anche delegata.

L’ufficio e si avvale per il controllo del territorio e per le funzioni sanzionatorie anche del personale volontario appartenente al Servizio Guardie Ecologiche Volontarie (G.E.V.) regionale.
 

Servizio G.E.V.

La G.E.V. è una guardia giurata particolare che presta servizio volontario di vigilanza in materia ambientale, in collaborazione con gli Ufficiali di Polizia Provinciale.
La G.E.V. ha potere di accertamento, opera per la tutela della flora spontanea e della fauna minore (L.R. 31 marzo 2008, n. 10), per la salvaguardia e la valorizzazione delle superfici del paesaggio e dell'economia forestale (L.R. 27 del 2004 e relativi regolamenti attuativi, L.R. 9 del 1977), per la protezione dei corsi e dei bacini idrici (R.R. 6/2019., D.Lgs 152 del 2006). Inoltre le G.E.V. che hanno frequentato specifici corsi in materia di controllo sull'attività venatoria e/o piscatoria acquisiscono potere di accertamento anche in queste materie.
Le G.E.V. che hanno seguito appositi corsi di formazione ed aggiornamento, collaborano anche alla vigilanza ittico-venatoria ed al recupero della fauna selvatica in difficoltà.
L’ufficio coordina l’attività di vigilanza del personale volontario ai sensi della L.R. 9/2005 e garantisce l'operatività del servizio attraverso l’attuazione dei seguenti procedimenti:

  • iniziative di sensibilizzazione ed educazione ambientale attraverso iniziative in aree verdi ed incontri nelle scuole;
  • organizzazione di corsi di formazione delle aspiranti GEV;
  • conferimento di incarichi alle aspiranti guardie ecologiche volontarie ed alle guardie ecologiche onorarie;
  • programmazione delle attività da svolgere, la relazione e il rendiconto finale delle attività svolte da presentare alla Regione;
  • collaborazione in casi di emergenza o di disastri di carattere ecologico. con le autorità competenti;
  • convocazione periodica per la programmazione periodica dell’attività delle guardie ecologiche;
  • predisposizione degli ordini di servizio;
  • assegnazione delle dotazioni personali e vigilanza sul corretto uso e la manutenzione dei mezzi collettivi destinati al servizio;
  • gestione dei verbali redatti dalle guardie ecologiche;
  • comunicazione alla competente struttura organizzativa della Giunta regionale la denuncia di eventi dannosi ai sensi della legge 11 agosto 1991, n. 266;
  • procedure di rinnovo della nomina a guardia giurata e dei tesserini personali.

Personale

Commissario aggiunto
Stefania Stendardo
031/230230
Email: stefania.stendardo@provincia.como.it
Agente istruttore
Gabriele Lombardo
031/230890
Email: gabriele.lombardo@provincia.como.it
Assistente ai servizi amministrativi
Stefania Brunati
031/230221
Email: stefania.brunati@provincia.como.it

Orari

E' consigliabile, prima di recarsi presso gli uffici, fissare un appuntamento in quanto i funzionari possono essere in servizio all’esterno e/o occupati in attività di vigilanza e sopralluoghi e non essere disponibili al momento.

Per informazioni: 031/230221  infopolizialocale@provincia.como.it 
 

Ultimo aggiornamento:
05/03/2020, 09:30