Registro provinciale terzo settore

Servizio rivolto a:
Associazioni

Informazioni generali

Regione Lombardia, in materia di Terzo Settore, riconosce e promuove l’associazionismo nella pluralità delle sue forme quale fondamentale espressione di libertà, di promozione umana, di autonome capacità organizzative e di impegno sociale e civile dei cittadini e delle famiglie, di convivenza solidale, di mutualità e di partecipazione alla vita della comunità locale e regionale (art. 14, comma 1, L.R. n. 1/2008).
In questo quadro viene promosso il pluralismo del fenomeno associativo, purché senza fini di lucro, e ne vengono sostenute le attività delle singole associazioni e delle organizzazioni di volontariato, sia rivolte ai soci che alla collettività, finalizzate alla realizzazione di progetti per scopi sociali, culturali, ambientali, educativi e ricreativi, nel rispetto dei principi delle pari opportunità tra uomini e donne (art. 14, comma 2, L.R. n. 1/2008).
Regione Lombardia ammette a beneficiare delle agevolazioni e dei contributi le sole associazioni e le sole organizzazioni di volontariato che assicurino, attraverso lo statuto, la partecipazione democratica dei soci alla vita delle stesse con il diretto contributo dei singoli alla formazione degli organi direttivi, l’attenzione alla tutela dei diritti inviolabili della persona e, non ultima, l’osservanza della prassi democratica nelle forme di organizzazione interna.
L’insieme delle norme statutarie associative devono pertanto garantire l’accesso alla elettività delle cariche sociali e assicurare l’approvazione, da parte dell’assemblea dei soci, del programma e del bilancio, la pubblicità degli atti prodotti, l’osservanza delle procedure di esclusione e di garanzia nei confronti dei soci (nei previsti casi di esclusione), nonché tutelare – in caso di scioglimento dell’associazione – la preservazione del patrimonio associativo, che non potrà – in nessun caso – essere redistribuito ai soci (art. 15, L.R. n. 1/2008).
Al fine della partecipazione al beneficio delle agevolazioni e dei contributi regionali è istituito, presso la Provincia di Como, il Registro provinciale delle Organizzazioni di Volontariato (OdV) e, il Registro provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale (APS) e Associazioni Senza Scopo di Lucro (ASSL) operanti nel territorio provinciale, in attuazione dell’art. 5 della Legge Regionale, 14 febbraio 2008, n. 1, e gestito on line, dal Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore, attraverso il portale di Regione Lombardia http://www.registriassociazioni.servizirl.it  (“Sistema di Gestione online Registri istituiti nella Regione Lombardia”).

A chi è rivolto

Le disposizioni di riconoscimento, di sostegno e di promozione, da parte di Regione Lombardia, attraverso l’iscrizione al Registro provinciale, si applicano esclusivamente alle seguenti forme associative:

  • Associazioni di Promozione Sociale (APS);
  • Associazioni Senza Scopo di Lucro (ASSL);
  • Organizzazioni di Volontariato (OdV);
  • Sono quindi escluse, dalla possibilità di iscrizione nel Registro provinciale delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato (art. 14, comma 4, L.R. n. 1/2008) le seguenti forme associative:
  • Circoli cooperativi;
  • Cooperative sociali e i loro consorzi
  • Società di Mutuo Soccorso

Perché iscriversi

L’iscrizione da parte delle associazioni al Registro provinciale è facoltativa ma è tuttavia indispensabile per convenzionarsi con gli Enti pubblici e, soprattutto, per poter accedere alle agevolazioni e ai contributi previsti dai bandi di finanziamento regionale e, limitatamente per le Associazioni di Promozione Sociale (APS), per avvalersi del 5 per mille, oltre che le altre agevolazioni previste dalla Legge n. 383/2000.
L’accesso alle agevolazioni e ai contributi è riconosciuto alle sole associazioni che svolgono effettiva attività da almeno un anno e che, grazie alle proprie norme statutarie, assicurino quegli elementi di democraticità partecipativa e di tutela dei diritti inviolabili della persona, nonché quell'insieme di requisiti prefissati dall’art. 15 della L.R. n. 1/2008 e sopra ricordati.

Requisiti

Le associazioni e le organizzazioni di volontariato iscritte al Registro provinciale dell’associazionismo, devono disporre, come s’è più volte descritto, di uno statuto, redatto in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o registrata, dove saranno espressamente previsti i seguenti elementi/requisiti (art. 17, comma 2, L.R. n. 1/2008 e art. 3, comma 1, Legge n. 383/2000):

  • denominazione;
  • sede legale;
  • oggetto sociale;
  • attribuzione della rappresentanza legale dell’associazione;
  • assenza di fini di lucro;
  • previsione che i proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi fra gli associati, anche in forme indirette;
  • obbligo di reinvestire l’eventuale avanzo di gestione a favore di attività istituzionali previste dallo statuto;
  • norme sull'ordinamento interno ispirato a principi di democrazia e di uguaglianza dei diritti di tutti gli associati;
  • previsione dell’elettività delle cariche associative;
  • criteri per l’ammissione e l’esclusione degli associati ed i loro diritti e obblighi;
  • obbligo di redazione del rendiconto economico-finanziario;
  • modalità di approvazione del rendiconto economico-finanziario da parte degli organi statutari;
  • modalità di scioglimento dell’associazione;
  • obbligo di devoluzione del patrimonio residuo in caso di scioglimento, cessazione o estinzione, dopo la liquidazione, a fini di utilità sociale.

La connotazione di “effettiva attività da almeno un anno” non è richiesta, all'atto dell’iscrizione al Registro provinciale alle sole Organizzazioni di Volontariato, le quali hanno però l’obbligo, una volta iscritte, di assicurare i propri aderenti, che prestano attività volontaria, contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell’attività stessa, oltre che una polizza per la responsabilità civile nei confronti di terzi.
Accedono al finanziamento di progetti solo quelle associazioni che sono inserite nel Registro provinciale da almeno sei mesi; tali progetti possono essere attuati anche in collaborazione con enti locali o con altri enti pubblici per finalità sociali, civili, culturali, ambientali, di relazioni internazionali o per finalità sportive, di tempo libero o di innovazione tecnologica (art. 14, comma 2, L.R. n. 1/2008).
A tal fine il Registro provinciale si ripartisce, secondo la natura associativa, in specifiche sezioni.

Come presentare la domanda di iscrizione

L’istanza di iscrizione al Registro provinciale delle associazioni e delle organizzazioni di volontariato è presentata dal legale rappresentante dell’associazione o dell’organizzazione di volontariato in forma digitale, e formalizzata  attraverso la compilazione della modulistica on line, sul portale di Regione Lombardia (http://www.registriassociazioni.servizirl.it ); la stessa domanda è anche trasmessa (mediante raccomandata o posta elettronica certificata) al Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como, struttura preposta alla tenuta del registro delle associazioni operanti nel territorio provinciale.
A completamento della “Richiesta di formale iscrizione e autocertificazione” è necessario produrre l’autocertificazione (che viene generata al termine della procedura on line) e i seguenti documenti:

  • copia dello statuto, redatto in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o di scrittura privata registrata presso l’Agenzia delle Entrate;
  • copia dell’atto costitutivo redatto in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o di scrittura privata registrata presso l’Agenzia delle Entrate;
  • ultimo rendiconto approvato, firmato dal legale rappresentante;
  • fotocopia (fronte retro) della carta di identità in corso di validità del legale rappresentante.

Modalità di iscrizione, verifiche e controlli

Il Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como, al fine dell’iscrizione al Registro provinciale dell’associazionismo, verifica l’assenza di fini di lucro e la conformità degli statuti alla normativa in vigore e controlla, annualmente, il mantenimento dei requisiti necessari per l’iscrizione.
L’avvenuta iscrizione al Registro provinciale delle associazioni è disposta con provvedimento dirigenziale entro novanta giorni dalla data della presentazione dell’istanza di iscrizione (art. 18, L.R. n. 1/2008). Tuttavia possono essere richiesti, nel corso del procedimento, chiarimenti e supplementi di documentazione o elementi di integrazione; in tal caso il termine di novanta giorni è sospeso.
Il provvedimento di iscrizione nel Registro provinciale è trasmesso al legale rappresentante dell’associazione o organizzazione di volontariato mediante lettera raccomandata o posta elettronica certificata e, per conoscenza, al Sindaco del Comune in cui ha sede l’associazione.
L’eventuale diniego dell’istanza di iscrizione (che è possibile per carenza di requisiti) è comunque disposto con apposito provvedimento motivato e trasmesso, con le stesse modalità, al rappresentante legale dell’associazione.

Obblighi di mantenimento annuale

Una volta iscritta nel Registro provinciale, annualmente è obbligo da parte dell’associazione il compilare (con la specifica modulistica on line) la “Scheda unica informatizzata per il mantenimento annuale dei requisiti di iscrizione nei rispettivi registri e per attività di rilevazione statistica”; la relativa autocertificazione (generata dal sistema al termine della compilazione on line) deve essere trasmessa con lettera raccomandata o posta elettronica certificata al Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como, entro il termine del 30 giugno (D.G.R. 25 febbraio 2011 n. IX/1353), pena la cancellazione dal Registro provinciale delle associazioni.
Se l’autocertificazione non è trasmessa via posta elettronica certificata, è necessario venga allegata anche la fotocopia, fronte-retro, della carta di identità in corso di validità del legale rappresentante dell’associazione.
Le associazioni sono tenute a comunicare attraverso l’apposita modulistica on line (“Scheda unica informatizzata comunicazione variazioni in corso d’anno ed eventuale richiesta di trasferimento di registro/sezione”), tutte le variazioni intervenute e riguardanti: 

  • denominazione;
  • legale rappresentante/presidente;
  • sede legale;
  • sedi operative

L’autocertificazione generata dal sistema deve essere trasmessa, con lettera raccomandata o posta elettronica certificata, al Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como.

Le eventuali modifiche statuarie devono invece essere comunicate in sede di compilazione della scheda annuale per il mantenimento di iscrizione.

 

Avvio della procedura di compilazione dell’istanza di mantenimento requisiti relativi all’attività svolta nell'anno 2019
Le procedure per la presentazione dell’istanza il mantenimento requisiti 2019 sono aperte  dal 1 giugno p.v. e si concluderanno il 31 ottobre 2020.
A miglior chiarimento si rimanda all'avviso ufficiale di Regione Lombardia.
Fino al 14 giugno è possibile contattare per qualsiasi esigenza questo ufficio attraverso le mail di riferimento indicate al seguente link
Dopo tale data sarà possibile telefonare allo 031/230111 e sarà possibile accedere agli uffici provinciali, in caso di necessità, solo tramite appuntamento.
 
Sono fatte salve ulteriori e diverse comunicazioni che verranno tempestivamente pubblicate su questa pagina istituzionale.

Cancellazione dal Registro Provinciale

Le associazioni possono richiedere la cancellazione dal Registro provinciale con istanza inoltrata al Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como, attraverso la compilazione dell’apposita modulistica on line (“Scheda unica informatizzata per la richiesta di cancellazione dai registri”) e trasmettere la relativa autocertificazione generata dal sistema (anche in questo caso con lettera raccomandata o posta elettronica certificata).
La cancellazione può anche essere disposta unilateralmente, con apposito provvedimento adottato dal dirigente, dal Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como nei seguenti casi:

  • se è accertata la carenza di requisiti necessari per la permanenza nel Registro provinciale;
  • per la cessazione dell’attività associativa (ai sensi art. 17, comma 10, L.R. n. 1/2008);
  • per effetto della mancata compilazione della “Scheda unica informatizzata per il mantenimento annuale dei requisiti di iscrizione (e quindi della mancata trasmissione al Settore Servizi alla Persona - Deleghe Regionali – Terzo Settore della Provincia di Como della relativa autocertificazione)

Il referente

Assistente amministrativo
Simona Ferrario
031/230300
Email: simona.ferraio@provincia.como.it

Orari

Lunedì e Giovedì dalle 8,00 alle 13,30, dalle 14,00 alle 17,30
Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 8,00 alle 14,00

Ultimo aggiornamento:
04/06/2020, 14:19