Tempestività dei pagamenti: fatture liquidate in media entro 30 giorni

Data :
31 gen 2023

Il dato registrato sulla Piattaforma della Ragioneria Generale dello Stato al 31/12/2022

Un tempo medio di 20 giorni. È questo il dato relativo alla tempestività dei pagamenti registrato sulla Piattaforma della Ragioneria Generale dello Stato alla data del 31/12/2022 e certificata oggi nella delibera del Presidente che ogni anno stabilisce se accantonare importi a fondo di garanzia per i debiti commerciali.
L’indicatore di tempestività dei pagamenti della Provincia di Como, elaborato sulla base della metodologia indicata dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 settembre 2014 e con l’aggiornamento attuato dal decreto legislativo 97/2016, che comprende anche i pagamenti relativi alle prestazioni professionali, risulta essere per il 2022 di 20 giorni rispetto alla scadenza delle fatture. In caso di pagamenti effettuati oltre le scadenze, il ritardo medio è stato comunque entro 11 giorni.
L’indicatore è calcolato come “la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori, moltiplicata per l’importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento”.


“Tra gli obiettivi del PNRR c’è quello di ridurre i tempi di pagamento delle P.A a 30 giorni – commenta il Presidente Fiorenzo Bongiasca – . Il dato, già nella maggior parte dei casi in linea con quanto richiesto, grazie al lavoro quotidiano dei nostri uffici, attesta come la Provincia di Como sia un ente virtuoso, affidabile e credibile nei confronti di imprese, fornitori e professionisti che si interfacciano con il nostro ente”.
Il decreto legislativo 97/2016 introduce l’obbligo di pubblicare anche l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici con cadenza annuale. Per il 2022, in base alle estrazioni e alle analisi di tutti i soggetti che vantano crediti, inclusi singoli professionisti, l’ammontare complessivo dei debiti è pari a 264.6161,88 euro.
 

Ultimo aggiornamento:
31/01/2023, 17:59