Aggregatore Risorse

Briciole di pane

Facciamo semplice l'Italia - PArola ai territori

Data :
25 mar 2024

Menù di navigazione

Tappa a Monza con l'UPI per il Ministro della Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo

Anche una delegazione della Provincia di Como ha partecipato questa mattina presso la Villa Reale di Monza, alla tappa di “Facciamo Semplice l’Italia – PArola ai territori”, il percorso lungo tutto il Paese promosso dal Dipartimento della funzione pubblica, con il Ministro per la PA Paolo Zangrillo, in collaborazione con l’Unione delle Province d’Italia e con la Provincia di Monza Brianza.
L’iniziativa ha l’obiettivo di condividere con i territori i tanti progetti che riguardano la Pubblica amministrazione.
Ad aprire i lavori i saluti istituzionali del sindaco di Monza, Paolo Pilotto, del presidente della Provincia di Monza e della Brianza, Luca Santambrogio, del presidente dell’Unione delle Province d’Italia, Michele De Pascale, del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e del Ministro Zangrillo. Tra i temi trattati, il Piao come strumento di valorizzazione delle Province, la sfida del capitale umano della PA, la digitalizzazione dei servizi per le imprese e le semplificazioni.

"Stiamo lavorando intensamente per migliorare tutti quei meccanismi, quelle procedure, quelle regole, che disciplinano il rapporto con i nostri utenti, cittadini e imprese, per erogare servizi all’altezza delle loro aspettative - ha spiegato il Ministro Paolo ZangrilloNon lo stiamo facendo chiusi nei nostri uffici, ma in una logica di confronto, di dialogo e di ascolto delle istituzioni territoriali e delle associazioni di categoria, perché soltanto così la percentuale di successo della nostra attività aumenta in modo significativo. La vera novità sta proprio nel metodo partecipativo di questo lavoro".

"Per fare semplice l'Italia è essenziale innovare tutte le Pubbliche amministrazioni. Le Province sono le istituzioni che più di tutte hanno bisogno di un nuovo modello che ne valorizzi il ruolo strategico sui territori - ha dichiarato il presidente UPI Michele De Pascale -. Occorre costruire nuove Province la cui missione sia contribuire alla semplificazione amministrativa del governo locale e garantire l’assistenza tecnica per supportare gli enti locali di piccole dimensioni. Per questo occorre riorganizzare le Province con modelli innovativi e personale altamente qualificato per offrire ai Comuni, soprattutto ai piccoli, uffici di progettazione degli investimenti territoriali, stazioni uniche appaltanti e di aggregazione degli acquisti per la trasformazione digitale della PA, veri e propri centri di competenza territoriale".

Il presidente della Regione Attilio Fontana ha rimarcato come la semplificazione della Pubblica amministrazione rappresenti “un tema che da molto tempo è oggetto di riflessione e per il quale, adesso, abbiamo veramente fiducia. Confidiamo nel fatto che finalmente si invertano quei principi che, finora, hanno impedito il raggiungimento di risultati effettivi. Si tratta di superare l’approccio formalistico legato a meri ritocchi delle procedure e basare invece l’esplicazione degli accertamenti sul controllo ex post, con il necessario rigore, anziché sulla articolazione formale nei passaggi preventivi. Superare applicazioni farraginose significa anche prevenire il malaffare, perché è nella linearità che possono essere scongiurate possibili zone d’ombra. Nel processo di semplificazione, un grande contributo può arrivare dai processi di digitalizzazione e dall’applicazione delle nuove tecnologie, come la blockchain con intelligenza artificiale che anche in Regione stiamo introducendo. Un ruolo essenziale è dunque rappresentato dall’investimento nella formazione del capitale umano, così come dal superamento di quei meccanismi che possono bloccare la capacità di assunzione delle decisioni da parte della dirigenza pubblica".

 

Ultimo aggiornamento:
25/03/2024, 15:44