Aggregatore Risorse

Briciole di pane

Tangenziale di Cadorago: accordi firmati tra Provincia di Como ed i Comuni di Cadorago e Lomazzo

Data :
08 mar 2024

Menù di navigazione

Per la programmazione, il finanziamento, lo sviluppo procedimentale e l’esecuzione dei lavori della connessione allo svincolo autostradale Lomazzo Nord della A9 con collegamento tra la SP30 “Fino – Rovello”, la SP 26 “Vertemate – Veniano” e la SP 23 “Lomazzo – Bizzarone” in variante agli abitati di Cadorago e Lomazzo

4 Marzo 2024: una data da incorniciare. Ci sono voluti decenni di attese e anni di progettazione, verifiche ambientali, pareri e reperimento delle risorse economiche che di anno in anno sono state in continua lievitazione per arrivare alla agognata meta. E’ stato infatti sottoscritto tra il Presidente della Provincia di Como Fiorenzo Bongiasca, il Sindaco di Cadorago Paolo Clerici ed il Sindaco di Lomazzo Giovanni Rusconi l’ ACCORDO DI PROGRAMMA avente per oggetto la programmazione, il finanziamento, lo sviluppo procedimentale e l’esecuzione dei lavori della connessione allo svincolo autostradale Lomazzo Nord della A9 con collegamento tra la SP30 “Fino – Rovello”, la SP 26 “Vertemate – Veniano” e la SP 23 “Lomazzo – Bizzarone” in variante agli abitati di Cadorago e Lomazzo.
Il presidente della Provincia di Como Fiorenzo Bongiasca sottolinea l’importanza dell’opera non solo per i due comuni coinvolti nell’accordo di Programma e si inserisce in altre opere già finanziate o in progetto (Via Adda a Fino Mornasco, riqualificazione ex-statale dei Giovi a Vertemate-Cermenate-Fino  etc). Opere che coinvolgono una popolazione di quasi 50 mila abitanti: “Con la firma di questo Accordo di Programma, le parti coinvolte dimostrano il loro impegno concreto per migliorare la qualità della vita dei cittadini e favorire lo sviluppo sostenibile del territorio  Il progetto ha come obiettivo il miglioramento dei collegamenti viari di competenza provinciale verso l’autostrada A9, attraverso l’eliminazione delle situazioni di rischio, la diminuzione dei tempi di percorrenza veicolare ed il miglioramento della qualità di vita lungo SP30 nel tratto in attraversamento del centro abitato di Cadorago. Ma la nuova viabilità è concepita anche in modo da preservare quanto più possibile il territorio che attraversa e prevede la realizzazione di importanti opere di mitigazione e compensazione ambientale.”
Il sindaco di Cadorago Paolo Clerici non nasconde la sua soddisfazione: “finalmente è tutto a posto per attuare il progetto che consente di togliere dal centro di Cadorago e da quello di Caslino al Piano il traffico pesante e ridurre del 70% il traffico di transito che asfissia le Vie Mameli e Garibaldi del centro e quelle di attraversamento (Via Diaz, Manzoni,Roma,Volta) con punte di passaggio di oltre 15mila veicoli giornalieri. In questi anni ed in particolare a partire dal 2016 quando l’ente Provincia di Como era sul baratro della estinzione abbiamo creduto con paziente e determinazione a questo progetto ed abbiamo finanziato tutti i costi di progettazione per superare le forche caudine della VIA (Valutazione di Impatto Ambientale). Superato questo passaggio a fine del 2019 abbiamo avuto il blocco da COVID per poi accelerare nel 2022 ed arrivare alla chiusura positiva di tutti i pareri sul progetto definitivo. Va riconosciuto grande merito agli uffici tecnici della provincia di Como guidati dall’ing. Bruno Tarantola per la competenza e caparbietà con cui hanno sempre lavorato sul progetto ed al  capo progetto geom. Gianni Porta che ha coordinato tutti i gruppi di lavoro interni ed esterni per un progetto innovativo e di grande qualità per gli aspetti di armonioso inserimento in una zona con caratteristiche ambientalmente e paesisticamente sensibili sfruttando al meglio la collaborazione con il Parco del Lura ed il Politecnico di Milano. Dal punto di vista della copertura finanziaria sarebbe stato possibile realizzare senza lo straordinario impegno di Regione Lombardia tramite il Piano Lombardia e lo sforzo economico della Provincia stessa".
Il sindaco di Lomazzo Giovanni Rusconi dal canto suo afferma “la sinergia e la lungimiranza che accomuna noi , Cadorago e la Provincia ha permesso di sottoscrivere oltre l’accordo di programma già citato anche un importante protocollo di intesa che coinvolge gli stessi attori per  procedere alla programmazione, il finanziamento, lo sviluppo procedimentale e l’esecuzione di una strada di connessione tra la rotatoria ingresso A9 Lomazzo Nord e la rotatoria prevista sulla attuale SP30 come individuata nel progetto di realizzazione dell’opera sostitutiva di sottopasso per l’eliminazione del Passaggio a Livello di Via alla Fonte che porta alla ditta Spumador” (brevemente Bretella connessione sottopasso svincolo uscita A9 Lomazzo Nord). Questa opera è fondamentale per sgravare la Via Ceresio e la via San Primo dal traffico pesante da e per la ditta Spumador e completa in modo tecnicamente e viabilisticamente ineccepibile il progetto il capo a Regione Lombardia e FNM di progettazione ed esecuzione delle opere sostitutive per la chiusura del PL di Via alla Fonte".


Il quadro economico complessivo dell’opera oggetto dell’accordo di programma (tangenziale di Cadorago) è di 19.360.000,00 così coperti:

  • Euro 14.110.000,00 finanziata da Regione Lombardia nell’ambito della L.R. 9/2020 “Piano Lombardia” con fondi regionali 
  • Euro 3.900.000,00 a carico della Provincia di Como
  • Euro 1.200.000,00 a carico del Comune di Cadorago
  • Euro 150.000,00 a carico del Comune di Lomazzo

Il tracciato qui di seguito è quello definitivo della variante SP30 oggetto dell’accordo di programma. Il programma lavoro prevede 30 mesi dalla consegna dell’opera sino alla fine lavori e collaudo



Quello della Bretella di cui al Protocollo d’intesa è riportato qui di seguito 


 

Ultimo aggiornamento:
11/03/2024, 13:30