Scarichi nell'ambiente

Ai sensi del D.L.vo 3 aprile 2006, n. 152, tutti gli scarichi di acque reflue devono essere preventivamente autorizzati.

Uno scarico è una qualsiasi immissione di acque reflue, effettuata esclusivamente tramite un sistema stabile di collettamento che collega senza soluzione di continuità il ciclo di produzione del refluo con il corpo ricettore, nelle acque superficiali, sul suolo, nel sottosuolo ed in rete fognaria, indipendentemente dalla loro natura inquinante, anche sottoposte a preventivo trattamento di depurazione. Tale definizione è contenuta nell'art. 74 lettera ff) del D.L.vo 152/2006 e s.m.i..

Nelle pagine di approfondimento sono descritte le modalità di autorizzazione per le varie tipologie di scarico.

Inoltre è riportato il modulo generale per la richiesta di volturazione delle autorizzazioni in essere, nel caso di cambiamento della proprietà o della rappresentanza legale dell'attività da cui originano gli scarichi.