DERIVAZIONE DI ACQUE PUBBLICHE

Denuncia volumi di acqua prelevati

Chi deve presentarla:

Ai sensi dell'art. 95 comma 3 del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e dell’art. 33 del Regolamento Regionale n. 2 del 24 marzo 2006, tutti coloro che derivano acque pubbliche devono trasmettere alla Provincia, nel cui territorio è ubicata la derivazione la denuncia dei volumi d'acqua derivati e le misurazioni delle portate emunte. Sono esclusi dall'obbligo di presentare la denuncia annuale delle acque derivate i prelievi definiti domestici ai sensi dell'art. 4 del Regolamento Regionale. I titolari di concessione devono quindi installare in corrispondenza del punto di prelievo e comunque prima di qualsiasi discontinuità sulla tubazione di prelievo (rubinetti, by-pass ecc.), idonei strumenti per la misurazione delle portate e dei volumi derivati (contatore). Nel caso di più punti di captazione che confluiscono in un’unica vasca di raccolta il misuratore di portata dovrà essere previsto in corrispondenza di ciascun punto di prelievo ed in ogni caso prima della miscelazione nella vasca di raccolta.

A cosa servono le denunce:

Le Province hanno il compito di raccogliere, nformatizzare i dati relativi ai volumi d’acqua prelevati e trasmetterli alla Regione Lombardia con le modalità che verranno indicate dalla Regione stessa. I dati inoltrati verranno utilizzati per costruire il bilancio idrologico a livello provinciale e regionale. Gli utenti non pagano i canoni in funzione di quanto denunciano annualmente; i canoni sono fissati nel disciplinare di concessione in funzione dell'uso e del volume annuo concesso in metricubi.

Quando presentarla:

La denuncia dei volumi prelevati deve essere presentata tutti gli anni entro il 31 marzo dell’anno in corso relativamente all’anno precedente (es. entro il 31 marzo del 2007 dovrà essere presentata la denuncia dei volumi prelevati nell’anno 2006).

Le sanzioni:

La violazione delle disposizioni relative alla denuncia delle acque prelevate e all’installazione dei misuratori di portata comporta l’irrogazione di sanzioni amministrative nella misura e con le modalità stabilite dall'art. 133, comma 8, del D. Lgs. 152/06 (da millecinquecento euro a seimila euro).

Come presentarla:

La modulistica è scaricabile dalla sottosezione "Documenti e approfondimenti" oppure al seguente link:  Modulistica. Potete, inoltre, contattare i singoli referenti dell’Ufficio Derivazioni (031.230.235-486-491).
La modulistica è scaricabile anche dal sito della Regione Lombardia.