e-Government: Progetto Riuso

Il RIUSO è un'iniziativa nazionale alla quale la Provincia di Como ha partecipato presentando un progetto che è stato valutato positivamente dalla Commissione ministeriale. L'importo complessivo del progetto è pari ad € 1.755.000,00. Il finanziamento ministeriale previsto è pari a 700.000,00 euro. Al progetto hanno aderito 82 comuni del territorio comasco. L'obiettivo è quello di riutilizzare i servizi di e‐Government già in essere per i Comuni aderenti al progetto ComOnLine.

Il progetto di Riuso Clicc@Servizi ha come obiettivo fondamentale la realizzazione di un sistema integrato di servizi di e‐government, accessibili con smart card elettroniche(CRS/CNS, CIE) e resi disponibili ai cittadini, alle imprese ed agli Enti della Provincia di Como, attraverso il trasferimento, l'ampliamento ed il miglioramento delle soluzioni di e-Government realizzate nell'ambito del progetto ComOnLine. Si vuole quindi, migliorare in termini di qualità e quantità, il servizio fornito dagli Enti alla collettività, ampliando e completando l'insieme dei servizi informativi semplificando il rapporto tra cittadini, imprese e pubblica amministrazione.

L'utilizzo di una piattaforma tecnologica comune, centralizzata e scalabile, consentirà di realizzare significative economie di scala lasciando agli Enti che hanno aderito al progetto la massima libertà decisionale : ciascun Ente/aggregazione di Enti avrà la possibilità di scegliere, a seconda delle proprie dimensioni ed esigenze, degli strumenti, delle risorse e delle infrastrutture di cui dispone, la combinazione di servizi che risponde maggiormente alle esigenze delle diverse realtà coinvolte. Il progetto prevede una serie di pacchetti standard di servizi, assegnati a ciascun Ente in base ad alcune variabili di contesto, fra le quali ad esempio la dimensione. Si prevede dunque l'avvio e la gestione di un numero di servizi di livello 1 e 2 diversificato e di un numero di servizi ad alta interattività variabile da un minimo di 2 ad un massimo di 8 per ciascuno dei Comuni aderenti. In sede di redazione del progetto esecutivo, ciascun Ente avrà a disposizione un certo numero di crediti che potrà decidere di "spendere" per riusare le soluzioni che desidera e modificare il pacchetto inizialmente assegnato al fine di conseguire gli obiettivi degli amministratori e/o di soddisfare le esigenze della propria utenza.

Il portafoglio dei servizi è organizzato per aree tematiche, se ne elencano alcune per dare un'idea concreta dei servizi messi a disposizione dei cittadini : Servizi demografici,(Certificati anagrafici, Autocertificazioni con moduli precompilati), Entrate Tributarie( Dichiarazione ICI, Dichiarazione Tarsu, Pagamento ICI, Pagamento Tarsu), Istruzione,( Informazioni scolastiche, Iscrizione scuola primaria, Iscrizione scuola secondaria,Pagamento Tasse scolastiche), Polizia Locale e sicurezza,( Pagamento contravvenzioni, zona a traffico Limitato, Richiesta occupazione suolo pubblico per lavori), Ambiente( Denunce impianti termici, Denunce acque prelevate,etc).

Il contesto entro il quale si inquadra il progetto Riuso è particolarmente complesso, data la numerosità e l'eterogeneità dei soggetti coinvolti, è stato definito un modello di Governo del progetto per attuare e regolare i rapporti tra le Pubbliche Amministrazioni
aderenti. Il Sistema di governo è oggetto dell'Accordo di Programma che è stato condiviso e sottoscritto da tutti gli Enti aderenti, in esso sono state definite le regole per la gestione e la manutenzione associata dei servizi.