Organizzazione

BREVI CENNI SUI NUOVI ORGANI DI GOVERNO

 

I nuovi Organi di Governo dell’Ente Territoriale, sono, oltre all’Assemblea dei Sindaci dei 154 Comuni che fanno parte della provincia di Como, il Presidente della Provincia e il Consiglio Provinciale il quale è composto, oltre che dal Presidente della Provincia, da 12 Consiglieri. Non è, invece, più prevista la Giunta Provinciale.
La Provincia di Como diviene, come previsto dalla legge 7 aprile 2014, n. 56, Ente Territoriale di Area Vasta i cui Organi di Governo non sono più eletti direttamente dai Cittadini, bensì mediante un procedimento elettorale di secondo grado.

 

Il Presidente della Provincia
Le funzioni del nuovo Presidente della Provincia, che è eletto dai Sindaci e dai Consiglieri Comunali di tutti i Comuni della provincia di Como, sono definite dalla legge n. 56/2014 e ulteriormente specificate nelle modifiche e adeguamenti che saranno apportati allo Statuto dalla Assemblea dei Sindaci. In particolare, ai sensi della citata legge 56, il Presidente della Provincia rappresenta l’Ente, convoca e presiede il Consiglio Provinciale e l’Assemblea dei Sindaci, sovrintende al funzionamento dei servizi e degli Uffici e all’esecuzione degli atti ed esercita le altre funzioni ad esso attribuite dallo Statuto.
Il Presidente della Provincia dura in carica quattro anni ed esercita il proprio mandato a titolo gratuito, restando a carico della Provincia i soli oneri connessi con le attività in materia di Status degli Amministratori, relativi ai permessi retribuiti, agli oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi, previsti dalle norme contenute nel Testo Unico degli Enti Locali di cui al decreto legislativo n. 267/2000.
Il Consiglio Provinciale
Le funzioni del nuovo Consiglio Provinciale, che è eletto dai Sindaci e dai Consiglieri Comunali di tutti i Comuni della provincia di Como, sono definite dalla legge n. 56/2014 e ulteriormente specificate nelle modifiche e adeguamenti che saranno apportati allo Statuto dalla Assemblea dei Sindaci.
Ai sensi della citata legge, il Consiglio Provinciale è l’Organo di indirizzo e controllo, propone all’Assemblea dei Sindaci lo Statuto, approva i Regolamenti, i Piani ed i Programmi ed approva o adotta ogni altro atto ad esso sottoposto dal Presidente della Provincia. Esso esercita, inoltre, le altre funzioni allo stesso attribuite dallo Statuto. Su proposta del Presidente della Provincia, il Consiglio Provinciale adotta gli Schemi di Bilancio da sottoporre all’Assemblea dei Sindaci, al fine di acquisirne il previsto Parere. Acquisito detto Parere, il Consiglio Provinciale approva in via definitiva i Bilanci della Provincia di Como.
In questa prima fase, inoltre, il Consiglio Provinciale neo eletto svolge le funzioni relative ad atti preparatori e alle modifiche statutarie conseguenti alla entrata in vigore della nuova legge n. 56/2014.
Il Consiglio Provinciale dura in carica due anni.
I Consiglieri Provinciali esercitano il proprio mandato a titolo gratuito, restando a carico della Provincia i soli oneri connessi con le attività in materia di Status degli Amministratori, relativi ai permessi retribuiti, agli oneri previdenziali, assistenziali e assicurativi, previsti dalle norme contenute nel Testo Unico degli Enti Locali di cui al decreto legislativo n. 267/2000. 
L'Assemblea dei Sindaci
Ai sensi della legge n. 56/2014 l'Assemblea dei Sindaci è costituita dai Sindaci dei 154 Comuni appartenenti alla provincia di Como.
L’Assemblea dei Sindaci ha poteri propositivi, consultivi e di controllo, secondo quanto disposto dallo Statuto. Essa adotta o respinge lo Statuto proposto dal Consiglio Provinciale, e le sue successive modificazioni, con i voti che rappresentino almeno un terzo dei Comuni compresi nella provincia di Como e la maggioranza della popolazione complessivamente residente.
Inoltre, con la medesima maggioranza di cui sopra, l’Assemblea dei Sindaci esprime il proprio Parere sugli Schemi di Bilancio a tale fine adottati e sottoposti dal Consiglio Provinciale, prima che quest’ultimo Organo provveda all’approvazione definitiva dei Bilanci della Provincia. 
In questa prima fase, inoltre, l’Assemblea dei Sindaci approva, su proposta del Consiglio Provinciale, le modifiche statutarie conseguenti alla entrata in vigore della nuova legge n. 56/2014.