Verifiche di compatibilita'

Antonio  Talarico

Specialista Direttivo Tecnico

Tel: 031 230205 Fax: 031 230207

Ai sensi dell’art. 18 della Legge Regionale 12/2005, le valutazioni di compatibilità rispetto al PTCP, concernono l’accertamento dell’idoneità degli atti sia della stessa provincia sia degli enti locali o di altri enti, ad assicurare il conseguimento degli obiettivi fissati nel PTCP, salvaguardandone i limiti di sostenibilità previsti.

Secondo le norme del PTCP della Provincia di Como, “La dimostrazione del recepimento delle prescrizioni del PTCP e della coerenza con le direttive del PTCP costituisce condizione necessaria per l’espressione da parte della Provincia del parere favorevole di compatibilità dei nuovi strumenti urbanistici comunali e intercomunali […]” approvati dopo l’entrata in vigore del PTCP.

Il PTCP della Provincia di Como (art. 6) è infatti articolato in:

  • elementi che hanno efficacia prescrittiva che debbono essere recepiti ed applicati dai Comuni nella loro attività pianificatoria per garantire la piena compatibilità e coerenza con il PTCP;
  • elementi, che possiedono carattere di indirizzo e di direttiva con valore programmatico, che intendono orientare l’azione pianificatoria dei Comuni lasciando loro libertà in ordine alle modalità di recepimento.

La valutazione di compatibilità avviene dunque, considerando il PTCP nella sua integralità, esaminando sia gli elementi prescrittivi, sia quelli aventi carattere orientativo. A tale proposito giova ricordare che:

  • “[…] a pena di inefficacia degli atti assunti, il consiglio comunale […] provvede all’a deguamento del documento di piano adottato, nel caso in cui la provincia abbia ravvisato elementi di incompatibilità con le previsioni prevalenti del proprio piano territoriale di coordinamento, o con i limiti di cui all’articolo 15, comma 5,” (ambiti destinati all’attività agricola di interesse strategico) “ovvero ad assumere le definitive determinazioni qualora le osservazioni provinciali riguardino previsioni di carattere orientativo.” (art. 13, L.R. 12/2005)
  • secondo la sentenza del TAR della Lombardia n. 02422/2010 REG.RIC del 08/09/2011, “L’i ncompatibilità con le previsioni del piano territoriale di coordinamento provinciale può dunque essere espressa anche nell’ipotesi di contrasto tra l’atto di pianificazione comunale e disposizioni del p.t.c.p. non aventi carattere prevalente (residuando, in questo caso, in capo all’a mministrazione comunale, il potere di discostarsi dalla valutazione operata dalla Provincia).”< /li>

Gli atti da sottoporre a valutazione di compatibilità rispetto al PTCP, contemporaneamente al deposito, devono essere trasmessi alla Provincia (Settore Pianificazione Territoriale).

La Provincia, valuta la compatibilità del piano/programma con il PTCP entro i termini previsti dalla normativa in vigore garantendo il confronto con l’ente interessato.

La documentazione da trasmettere alla Provincia di Como è stata definita con apposito regolamento provinciale: “Regolamento per la definizione della documentazione necessaria ai fini della valutazione di compatibilità degli strumenti urbanistici comunali con il PTCP, ai sensi dell’a rt. 7, comma 6, delle Norme Tecniche di Attuazione”, approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 10/1833 del 12 febbraio 2007, disponibile nelle pagine del sito istituzionale della Provincia di Como.

Dove e quando

Sede

Sede Centrale - Villa Saporiti - quarto piano
Via Borgovico, 148 - 22100 Como - PEC:territorio@pec.provincia.como.it

Orari

Lunedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,30
Martedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,30
Mercoledì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,30
Giovedì dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 14,00 alle 17,30
Venerdì dalle 9,00 alle 12,30

Informazioni
Telefono: 031 230282
Fax: 031 230207
Email: infoterritorio@provincia.como.it