Eventi

SCADENZA PER LA TRASMISSIONE DELLA DENUNCIA ACQUE PRELEVATE

Si ricorda, a tutti coloro che derivano e utilizzano acque pubbliche, la scadenza, fissata al 31/03/2017, per la denuncia dei volumi di acqua prelevati nell'anno 2016 ai sensi dell’art. 95 del D.Lgv. 152 del 2006 s.m. e i. e dell’art. 33 del R.R. n. 2 del 2006.

I moduli per la presentazione della domanda (scaricabili al seguente link: http://www.provincia.como.it/temi/territorio/ambiente/derivazioni-acque-pubbliche/denuncia-volumi-acqua-prelevati/allegati/moduli_denuncia_acque_2017.doc), dovranno essere inviati, correttamente compilati, entro il 31 marzo 2017. Per le Ditte, Società ed Enti obbligati ad avere la PEC, i moduli devono essere trasmessi esclusivamente mediante Posta Elettronica Certificata (ecologia.acqua@pec.provincia.como.it), per tutti gli altri tramite raccomandata, consegna a mano al protocollo provinciale oppure via posta elettronica certificata, se ne sono in possesso..

Si ricorda, inoltre, che andrà compilata la relativa scheda per ciascun punto di presa (pozzo, sorgente o derivazione superficiale).

Per essere in regola, è necessario trasmettere la denuncia entro il 31 marzo 2017.

L’inottemperanza, oppure il ritardo, a tale obbligo comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da Euro 1.500,00 a Euro 6.000,00 , ai sensi dell'art. 133, c. 8, del D.Lgs. 152/06, ridotta a un quinto per i casi di particolare tenuità.

I referenti del Servizio Risorse Territoriali – Ufficio Derivazioni, sono disponibili per ogni chiarimento ai seguenti numeri telefonici:

dr. ssa Silvia Tavecchia:                        031.230.486 (silvia.tavecchia@provincia.como.it)

dr. ssa Pasqualina Del Curto :               031.230.235 (pasqualina.delcurto@provincia.como.it)

 

 

 

Indietro