Eventi

TRASMISSIONE DELLA DENUNCIA ACQUE PRELEVATE

Si ricorda, a tutti coloro che derivano e utilizzano acque pubbliche, la scadenza, fissata al 31/03/2019, per la denuncia dei volumi di acqua prelevati nell'anno 2018 ai sensi dell’art. 95 del d.lgs. 152 del 2006 s.m.i. e dell’art. 33 del R.R. n. 2 del 2006.

I moduli per la presentazione della domanda (scaricabili dal sito della Provincia: Ambiente à Derivazioni di acque pubbliche à Denuncia volumi di acqua prelevati à scaricare “Moduli denuncia acque prelevate nel 2018 da trasmettere entro il 31/03/2019”).

 dovranno essere inviati, correttamente compilati, entro il 31 marzo 2019.

Per le Ditte, Società ed Enti obbligati ad avere la PEC, i moduli devono essere trasmessi esclusivamente mediante Posta Elettronica Certificata (ecologia.acqua@pec.provincia.como.it) e in firma digitale , per tutti gli altri tramite raccomandata, consegna a mano al protocollo provinciale oppure via posta elettronica certificata, se ne sono in possesso.

Si ricorda, inoltre, che andrà compilata la relativa scheda per ciascun punto di presa (pozzo, sorgente o derivazione superficiale).

Per essere in regola, è necessario trasmettere la denuncia entro il 31 marzo 2019.

L’inottemperanza, oppure il ritardo, a tale obbligo comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da Euro 1.500,00 a Euro 6.000,00 , ai sensi dell'art. 133, c. 8, del D.Lgs. 152/06 s.m.i., ridotta a un quinto per i casi di particolare tenuità.

Si fa presente che:

  • 1.            I volumi trasmessi devono essere relativi al solo 2018, calcolati come differenza tra i volumi totali letti sul contatore al 31/12/2018 e i volumi totali letti sul contatore al 31/12/2017. Non bisogna inserire la lettura totale del contatore .
  • 2.            La denuncia non deve essere predisposta da coloro che hanno presentato domanda di derivazione per la quale l’iter istruttorio non si è ancora concluso con il rilascio del provvedimento di concessione (pozzo non ancora scavato/opere non realizzate). Deve essere presentata, invece, dagli utenti con domande di derivazioni in sanatoria oppure in istruttoria per il riconoscimento preferenziale (derivazioni attive in corso di riconoscimento).
  • 3.            La denuncia dovrà essere trasmessa anche dagli utenti che hanno dismesso/rinunciato alla concessione di derivazione nel corso dell’anno 2018.
  • 4.            Coloro che avessero già inviato la denuncia suddetta, non dovranno tener conto di questa mail.
  • 5.            La presente mail è generata automaticamente ; è possibile, quindi, che alcuni indirizzi di posta elettronica, relativi a pratiche chiuse, siano ancora in elenco. Si prega di comunicarlo, rispondendo alla presente, in modo da poter aggiornare le liste di distribuzione automatiche.

I referenti del Servizio Risorse Territoriali – Ufficio Derivazioni, sono disponibili per ogni chiarimento ai seguenti numeri telefonici:

dr. ssa Silvia Tavecchia:                        031.230.486 (silvia.tavecchia@provincia.como.it)

dr. ssa Pasqualina Del Curto :               031.230.235 (pasqualina.delcurto@provincia.como.it)

 

Indietro